logo

Interventi sulla Tangenziale di Napoli



NOTA INFORMATIVA


Tangenziale di Napoli sta attuando un programma di riqualificazione delle principali stazioni di esazione, e cioè quelle di zona Ospedaliera, Capodimonte, Corso Malta, e Capodichino (foto dello stato attuale).
Scopo dell'intervento è quello di incrementare l'efficienza delle stazioni riqualificandone lo stato generale (progetti), adeguandone le strutture e le dotazioni tecnologiche-impiantistiche alle vigenti norme sulla sicurezza e, in generale, migliorandone la funzionalità e la fruibilità sia da parte degli utenti che da parte degli addetti.
Per le stazioni oggetto di intervento le opere di progetto prevedono il rifacimento completo del fabbricato di stazione, delle isole, delle piste, della pensilina a protezione delle stesse e, in generale, l'adeguamento del piazzale di stazione, delle aree a verde attigue, dei bordi, delle barriere di sicurezza e delle recinzioni.
Obiettivi principali saranno:

  • Maggior sicurezza per gli utenti per la razionalizzazione dei flussi e l'adeguamento tipologico delle barriere di sicurezza.
  • Minor attesa ai caselli per l'aumento ed il potenziamento tecnologico delle piste di esazione.
  • Minore impatto ambientale grazie a meno code e a meno rumore.
  • Innalzamento degli standard qualitativi per gli edifici di stazione e di servizio.
  • Riduzione dell'impatto energetico degli edifici tramite l'adozione di sistemi di produzione di energia elettrica e calore da fonti rinnovabili.

I lavori iniziati nel 2003 con un investimento di circa 45 milioni di euro avranno termine nell'anno 2014.

 

NUOVA STAZIONE DI ZONA OSPEDALIERA

Obiettivo dell'intervento è il miglioramento della circolazione dei flussi veicolari in uscita che, attraverso la stazione di Zona Ospedaliera, raggiungono la zona alta della città sede dei maggiori ospedali cittadini.
L'intervento prevede la riqualificazione dell'area di esazione mediante la costruzione di nuovo fabbricato di stazione, l'ampliamento del piazzale e l'incremento delle piste da 7 a 9.
Inoltre si procederà all'adeguamento sismico dei viadotti costituenti la rampa di accesso e di uscita dalla stazione. 
Ad oggi è stato completato l'iter di appalto.
I lavori avranno inizio non appena completati i necessari accertamenti di natura geologica.
L'investimento è di 8,5 milioni di euro e la fine dei lavori è prevista nel luglio del 2013.

 

NUOVA STAZIONE DI CAPODIMONTE

La Stazione di Capodimonte viene realizzata nella stessa posizione di quella esistente.
Le nuove piste verranno realizzate una per volta in sostituzione delle esistenti.
Verranno implementati gli standard tecnologici e di sicurezza.
L'accesso alle isole per gli addetti, come già per la stazione di Corso Malta, è garantito da un cunicolo.
Nell'edificio di stazione trovano spazio sia i locali per gli impianti e la gestione delle piste che i locali di servizio per gli addetti.
Sulla copertura dello stesso verranno istallati sia pannelli solari per la produzione di acqua calda che pannelli fotovoltaici per la produzione dell'energia elettrica da immettere in rete.
La progettazione e stata ultimata, è in corso la valutazione degli enti.
L'investimento e di 3,5 milioni di euro e la fine dei lavori è prevista nel dicembre 2013.

 

NUOVA STAZIONE DI CORSO MALTA

La stazione di Corso Malta è ubicata al Km.17 000 della Tangenziale di Napoli.
Obiettivi dell'intervento sono:

- Fluidificazione della circolazione dei flussi veicolari a monte ed a valle del casello d'uscita;
- Miglioramento della sicurezza;
- Mitigazione dell'impatto acustico.

Per Il raggiungimento dell'obiettivo è stato realizzato Il raddoppio della superficie del piazzale di stazione mediante la costruzione di un nuovo impalcato affiancato all'esistente che comporta un incremento delle piste di esazione da 9 a 11.
L'investimento è di 25 milioni di euro con una previsione di termine dei lavori nel dicembre 2011.

 

NUOVA STAZIONE DI CAPODICHINO

Nella soluzione progettuale proposta la nuova stazione di Capodichino, viene costruita in diversa localizzazione rispetto all'esistente (circa 120 metri a est). Questa scelta offre numerosi vantaggi, in quanto: le 13 piste saranno tutte in linea, con evidenti vantaggi di fruibilità rispetto alla situazione attuale; il nuovo edificio di stazione e 9 delle 13 nuove piste possono essere realizzate senza demolire la vecchia stazione e senza chiudere nessuna delle vecchie piste; nelle fasi in cui si demolisce la vecchia stazione rimangono sempre funzionanti 12 piste.
Questa soluzione permette di ridurre al minimo i disagi per gli utenti.
L'accesso alle isole per gli addetti, come già per la stazione di Corso Malta, è garantito da un cunicolo.
L'investimento è di 8 milioni di euro e la fine dei Lavori è prevista a dicembre 2014.

 

PROTEZIONI ACUSTICHE

Tangenziale di Napoli ha in corso interventi per mitigare l'inquinamento acustico prodotto dal flusso veicolare.
A tal fine sono in corso di istallazione barriere fonoassorbenti e fono isolanti su alcuni tratti dell'infrastruttura.
I principali interventi sono quelli in corso sui tratti Pozzuoli-Fuorigrotta, Fuorigrotta-Camaldoli e Corso Malta.
I lavori iniziati a gennaio 2005 con un investimento di 22,5 milioni di euro, il completamento è previsto entro luglio 2012.

TRATTO POZZUOLI-FUORIGROTTA
L'intervento è stato appaltato dall'Ente concedente; sono attualmente in corso le procedure per l'affidamento dei Lavori.
L'importo delle opere è di circa 6 milioni di euro.

TRATTO FUORIGROTTA-CAMALDOLI
L'intervento, prevede l'installazione di barriere acustiche nel tratto autostradale maggiormente urbanizzato, compreso tra i caselli di Fuorigrotta e Camaldoli.
La revisione del progetto della galleria artificiale Parva Domus è stata determinata dalla necessità di non impegnare l'asse autostradale in maniera invasiva e per lunghi tempi dato l'incremento notevole avutosi nel traffico autostradale.
L'istallazione delle barriere nel tratto Fuorigrotta-Camaldoli è completata;
Per la galleria artificiale Parva Domus, è stata completata la perizia di variante che ha ottenuto l'approvazione degli Enti.
L'investimento previsto è di 12 milioni di euro e la fine dei lavori è fissata per marzo 2011.

VIADOTTO CORSO MALTA
L'intervento prevede opere mirate alla mitigazione dell'impatto acustico mediante l'inserimento, ove necessario, di barriere fonoassorbenti e l'installazione di barriere di sicurezza ad alta protezione nel tratto dello svincolo di Corso Malta.
L'investimento è di 3,5 milioni di euro, le opere saranno ultimate entro luglio 2011.

Napoli, 16/02/2010 - Ufficio Relazioni Esterne

 

icon_adobe   scarica documento


BACK Torna indietro  |  STAMPA Stampa  |